La storia di successo del Maestro Giovanni Mascari

Di Antonio Ricchezza

Innovazione, voglia di stupire e tanto lavoro. Questi sono i tre elementi distintivi di Giovanni Mascari. L’amore per l’arte bianca lo trasmette attraverso le sue creazioni. Lo sanno bene i clienti del Flamór, la pizzeria in cui lavora che si trova in via Fausto Coppi a Chipris-Viscone (Udine).
Il maestro Mascari, quotidianamente, sforna decine di pizze perché il locale ospita ben 160 posti a sedere e le sue specialità sono note in tutta la provincia.

La storia

Giovanni Mascari nasce a Palermo il 23 marzo del 1973 ma da giovanissimo di trasferisce a Montecatini, dove frequenta l’istituto alberghiero. Durante gli studi capisce di voler diventare pizzaiolo e a soli 17 anni, parallelamente alla frequenza scolastica, comincia a mettere le mani in pasta. Pur non essendo figlio d’arte, egli sente di avere un vero talento. Così, mentre lavora al ristorante San Domenico, il signor Calogero (pizzaiolo del locale), gli trasmette tanti segreti del mestiere e vede in lui un bel potenziale. Non a caso, anni dopo, quel giovane apprendista sarebbe diventato uno dei pizzaioli più apprezzati del nord Italia.
Oggi, Mascari si divide tra il lavoro in pizzeria e la sua famiglia, composta dalla moglie e dai due figli: Gabriel (18 anni) e Atena (14 anni).

Dalla formazione al successo

Dopo aver terminato le scuole superiori, Giovanni Mascari continua la sua gavetta e intraprende una serie di corsi. Il suo obiettivo è migliorare il suo bagaglio di competenze. Per questo sceglie un istituto di eccellenza come Pizza News School, dove incontra il maestro Luigi Ricchezza, ottenendo il titolo di Master Istruttore. Inoltre, egli frequenta anche il master dell’Accademia pizzaioli di Famà. Da entrambi i percorsi, egli apprende le tecniche necessarie per intraprendere un percorso che lo porta al successo.

La sua voglia di mettersi in gioco lo porta a partecipare al Campionato mondiale di Parma, nel 2019, dove si pizza 39esimo sfidando decine di concorrenti. Successivamente, egli riceve anche il titolo di Pizzaiolo Stellato entrando a far parte della prestigiosa Guida Peperoncino Rosso. Ciò gli consente di ottenere una visibilità internazionale e di entrare a far parte di un network di settore senza eguali.

La pizza secondo Giovanni Mascari

La sua creatura a cui è più legato è la pizza Carbonara. Come suggerisce il nome, la fonte d’ispirazione è il piatto tipico della cucina romana. Per questo, è condita con: fior di latte, guanciale cotto alla brace, pecorino romano, pepe e tuorlo d’uovo al centro. Quest’ultimo viene cotto a vapore proprio da Mascari, a cui piace non solo curare la scelta delle farine e la preparazione degli impasti ma anche la lavorazione degli ingredienti utilizzati.

Nel 2018, invece, ha inventato la Pizza Titanic, in omaggio alla celebre nave, realizzata con un ripieno di pomodoro e mozzarella ricoperto da frutti di mare. La sua inventiva è smisurata. Questo gli consente di sorprendere i propri clienti con delle proposte sempre nuove. Il suo sogno nel cassetto è lavorare in un gruppo importante e raggiungere altri prestigiosi premi. Due obiettivi che con il suo talento non tarderà a raggiungere perché Giovanni Mascari, con le sue straordinarie pizze, scrive la sua storia di successo ogni giorno.

  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento