La ricetta dei Taralli Pugliesi al finocchietto

La preparazione dei taralli pugliesi

di Antonio De Simone

Una ricetta tipica pugliese

Farina, Acqua, Semi di Finocchio, Sale e Olio Extra Vergine di Oliva.

DIFFICILE DA PREPARARE? ASSOLUTAMENTE NO, basta seguire la ricetta.

Preparare i Taralli Pugliesi a casa

La ricetta che andremo a mettere in pratica è davvero molto semplice e il risultato finale sarà sorprendente. I taralli pugliesi al finocchietto piacciono a grandi e bambini, ottimi da mangiare come aperitivo o snack e sono conosciuti in tutto il mondo.

Cosa ci serve per preparare i Taralli Pugliesi in casa?

  • Acqua Q.B.;
  • 500 g di Farina 00;
  • 1 cucchiaio di Sale fino;
  • 2 cucchiaini di semi di Finocchio;
  • 100 ml di Olio Extravergine di Oliva.

Preparazione dei Taralli Pugliesi in casa

Iniziamo subito col versare in un recipiente i 500 g di farina, aggiungiamo i finocchietti, il sale, l’olio e iniziamo a mescolare il tutto aiutandoci con un cucchiaio. A questo punto, siamo pronti per aggiungere anche l’acqua, quest’ultima non va versata tutta insieme ma un pò alla volta. Lasciamo il cucchiaio e continuiamo a impastare con le mani fino a raggiungere un panetto bello sodo, tipo il panetto di una pizza.

Ottenuto un bel panetto sodo, lasciamolo riposare per circa 20 minuti coprendolo con della pellicola trasparente. Trascorsi i venti minuti, aiutandoci con le mani, stacchiamo dei pezzetti dal panetto.
I pezzetti non devono essere troppo grandi, basta una misura di circa 6/7 cm di lunghezza.
Ogni pezzetto, va steso e arrotolato con le mani, tipo come si fa con gli gnocchi, successivamente o contestualmente attaccate le due estremità a formare un cerchio o un ovale, dipende dalla forma che intendete dare ai vostri taralli.

La cottura in acqua dei Taralli Pugliesi al finocchietto

Terminata la fase di preparazione dei taralli pugliesi, non ci resta che passare alla fase successiva, ovvero la cottura.
Mettiamo una pentola abbastanza grande sul fuoco e non appena l’acqua è andata in ebollizione immergiamo all’interno 2/3 taralli alla volta (il numero dei taralli dipende dalla capienza della pentola).
Dopo qualche minuto, vedremo i taralli salire a galla, vuol dire che sono pronti e con l’aiuto di una schiumarola li togliamo dalla pentola e li mettiamo a raffreddare su un canovaccio.

Taralli Pugliesi – La cottura finale al forno

Una volta raffreddati, possiamo passare allo step successivo, ovvero la cottura nel forno di casa. Prendiamo una teglia e sulla base della stessa mettiamo della carta da forno.
Non ci resta che disporre i taralli sulla carta da forno e cuocerli per circa 30 minuti a 250°.
Terminata la cottura, lasciamoli raffreddare prima di poterli mangiare.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *