La Ricetta del Casatiello Napoletano

Una ricetta tipica napoletana da fare a casa

di Antonio De Simone

Farina, Acqua, Lievito, Sale, Olio, Strutto, Uova, Pecorino e Salumi misti.

DIFFICILE DA PREPARARE? ASSOLUTAMENTE NO, basta seguire la ricetta.

Ma cos’è il Casatiello Napoletano?

Il Casatiello è una ricetta tipica napoletana, di solito si prepara nel periodo Pasquale.
Possiamo definirlo una ciambella di pane insaporita di strutto, pecorino, uova e salumi vari, di solito si utilizzano tutte le parti finali impossibili da affettare e quindi tagliati a cubetti con il coltello.

La ricetta è per uno stampo dal diametro di 24 cm

Per l’impasto, serve:

  • 375 g di Acqua;
  • 650 g di Farina 00;
  • 10 g di Lievito di Birra fresco;
  • 15 g di Sale fino;
  • 25 g di Strutto;
  • 25 g. di Olio Extravergine di Oliva;
  • Pepe Q.B.

Per il Ripieno, serve:

  • 200 g di Salumi misti tagliati a cubetti piccoli;
  • 150 g di Pecorino;
  • 8 Uova sode, di cui 4 serviranno sopra come decorazione

Preparazione del Casatiello Napoletano a casa

Iniziamo subito col versare in un recipiente 375 g di acqua a temperatura ambiente, aggiungiamo il lievito di birra fresco e facciamolo sciogliere mescolando il tutto aiutandoci con un cucchiaio. Subito dopo, aggiungiamo i 25 g di Olio Extravergine di Oliva, i 25 g di strutto e continuiamo a mescolare lentamente aggiungendo anche metà della dose di farina, ovvero 325 g. La farina va aggiunta poco per volta mentre si continua a mescolare, fino al raggiungimento di una pastella e solo ora è possibile unire il sale agli altri ingredienti.

Dopo aver unito il sale alla pastella, possiamo aggiungere la restante parte della farina e continuare ad impastare per circa dieci minuti, fino ad ottenere una pastella morbida.

Lasciamo riposare la pastella sul banco da lavoro (tavolo) senza coprirla e nel frattempo tagliamo i salumi, il pecorino a cubetti e le quattro uova sode precedentemente preparate. Terminato questo lavoro, riprendiamo la pastella e preleviamo da essa un pezzo che ci servirà successivamente per il contenimento delle uova per la decorazione.

A questo punto, non ci resta che unire i cubetti di salumi, pecorino e uova sode con la pastella e continuare ad impastare il tutto affinchè diventi un solo corpo, spolverando sopra anche il pepe nero macinato. Terminata la fase finale di impastamento, stendiamo la pastella come se volessimo formare un filoncino e mettiamola all’interno dello stampo unto di olio o di burro, avendo cura di unire le due estremità.

Quattro uova crude, vanno posizionate sull’impasto nello stampo, dando la giusta distanza l’una dall’altra. Ora riprendiamo quel pezzetto di pastella che avevamo messo da parte, stendiamola con le mani e con un coltello formiamo delle striscioline che andremo a posizionare a croce sulle uova in modo da saldarle all’impasto.

Lievitazione e cottura del Casatiello napoletano

Terminato il tutto, bisogna coprire il casatiello con uno canovaccio e lasciarlo lievitare per circa 1 ora e 30 minuti, ovvero bisogna attendere che il volume raddoppi e solo allora è pronto per la cottura.

Il Casatiello, va cotto in un forno preriscaldato a 170° per circa un ora, meglio se posizionato sul ripiano più basso del forno. Terminata la cottura, va lasciato riposare per circa 15 minuti prima di poterlo mangiare. Il Casatiello si può conservare per almeno 3-4 giorni a temperatura ambiente, coperto con una campana di vetro oppure un semplice canovaccio.

Il Casatiello viene comunemente chiamato anche Tortano napoletano.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento