COLORI E PIZZA

I COLORI INFLUENZANO LA SCELTA DELLA PIZZA

di Antonio De Simone

Anche per la pizza, come per le campagne pubblicitarie, nel design e sul web, i colori utilizzati influenzano la scelta del cliente.

Partendo dalla pizza classica, mi riferisco alla pizza più venduta al mondo, la Pizza Margherita, è ricca dei colori più importanti, il rosso del pomodoro, il bianco della mozzarella e il verde del basilico. Essa rappresenta i colori dell’Italia.

Pizza Margherita

Secondo alcune ricerche effettuate da vari Neurologi, il verde e il blu sono i colori che piacciono di più all’essere umano.
Sono colori che rilassano e riducono il battito cardiaco.
Ulteriori ricerche sono state effettuate per capire se la scelta dei colori è simile sia negli uomini che nelle donne.
Il blu, vale per entrambi.

Per quanto riguarda gli altri colori, gli uomini preferiscono il verde, il nero, il rosso e l’arancione, mentre le donne il viola, il rosso, il nero e il giallo.

L’aspetto estetico e i colori della pizza influiscono sulla nostra psiche.

I colori hanno una certa influenza sullo stato d’animo.

Su questo, gli Chef sono un passo avanti, basta guardare i loro piatti e ci rendiamo conto che per loro non conta solo che il prodotto sia eccellente e buono ma è molto importante la presentazione del piatto.
Infatti i loro piatti, vengono arricchiti di colori naturali, ottenuti da verdure e ortaggi.

Il cliente, alla vista di una pietanza presentata in modo eccellente e invitante, da meno peso alla bontà e al gusto.
Se poi si riesce a far bene anche quello, siamo al Top.

Vi ho mostrato alcune foto di piatti ricchi di colori, realizzati dagli Chef.
Purtroppo il Pizzaiolo non può fare la stessa cosa in quanto la pizza occupa l’intero spazio del piatto.

Ma noi non ci arrendiamo, e diamo colore alle nostre pizze.

Molti pizzaioli, ma sono ancora la minoranza riescono a far uscire delle pizze strepitose, talmente belle da vedere che i clienti rimangono affascinati.

La Pizza del Pizzaiolo Carlo Maloccu

Cosa serve per dare colore alle vostre pizze?

Creatività, personalizzazione e conoscenza, dobbiamo innescare la fame visiva nella testa del cliente.
La fame visiva si attiva nel momento in cui l’occhio umano viene attratto dalla bellezza gastronomica di una pietanza e nello stesso tempo, nella mente delle persone si attivano azioni cerebrali che favoriscono l’appetito.

Dovete diventare designer della pizza, ovvero bisogna giocare con le tonalità e con i contrasti dei colori.
Molti Chef si aiutano con la cartella dei colori complementari


Vi consiglio di guardare i colori e ad ognuno immaginare un prodotto alimentare dello stesso colore, successivamente abbinarli tra loro.

Potete aiutarvi con verdure fresche in modo da non perdere vivacità e colore intenso.
Utilizzate fiori commestibili, sono una buona risorsa per l’effetto ottico e ancor di più d’effetto quando il cliente scopre che può mangiarli.
Per dare colore alla pizza, è possibile utilizzare direttamente ingredienti colorati come, foglioline, caviale, salmone, pomodorini, erba cipollina e tutto ciò che dona colore.

Chiaramente, dobbiamo essere bravi non solo a colorare ma anche a saper accostare gli ingredienti altrimenti rischiamo di portare al tavolo una pizza bella da vedere ma non gustosa da mangiare.

La Pizza del Pizzaiolo Lia Vincenzo

Provate, riprovate e mettete in pratica

Provate e riprovate, aiutatevi guardando i piatti degli Chef, frequentate mini corsi di cucina, nello specifico di preparazione degli ingredienti.
Un corso simile, lo tiene Pizza News School Srl, (Scuola Professionale per Pizzaioli) in collaborazione con lo Chef Luigi Pomata, il 30 Settembre presso la sede di Livorno di Grandi Molini Italiani S.p.A.. Lo Chef Pomata, terrà una lezione ai tanti pizzaioli iscritti, sulla corretta cottura e abbinamento degli ingredienti.
Una volta riusciti a sfornare queste opere d’arte, non vi resta che scattare belle foto e condividerle sui social.

La Pizza del Pizzaiolo Armando D’Ascanio

Stessa cosa vale anche per la Pizza Dessert, anche su questa potete sbizzarrirvi con tantissimi colori, occhio sempre all’accostamento degli ingredienti.

La Pizza Dessert del Pizzaiolo Luan Sherifi

L’importanza dei social

Il mio consiglio è quello di usare Instagram, Facebook e Google Plus.
In questo modo attiriamo nuovi clienti nella nostra pizzeria e soprattutto fidelizziamo quelli esistenti.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *