PIZZAIOLO GIOVANNI VALLETTA – STORIE DI SUCCESSO

DA DIPENDENTE STATALE A PIZZAIOLO STELLATO

NON SI È MAI TROPPO VECCHI PER CAMBIARE LAVORO

di Antonio De Simone

Questa storia ha davvero dell’incredibile, parla di un uomo con moglie e figli che all’età di 50 anni decide di lasciare il posto fisso per inseguire i suoi sogni.

Ha cambiato il proprio destino grazie al più grande dei suoi talenti, “la capacità di immaginare il proprio futuro”.

Il maestro pizzaiolo Giovanni Valletta

Giovanni Valletta nasce il 21 Aprile del 1967 a Capua, un paesino di circa 18.000 abitanti in provincia di Caserta.

Primo di cinque figli, mamma casalinga e padre dipendente statale presso il Ministero della Difesa, una famiglia molto umile.

Il nonno Pasquale, panettiere di fama, era l’unico in famiglia che aveva a che fare con l’arte bianca. Giovanni era molto legato al nonno e sin da piccolo andava spesso a giocare con la farina e le pastelle nel laboratorio ove il nonno lavorava. Ogni volta ripeteva la stessa cosa, “da grande diventerò un bravo panettiere come te”.

Terminati gli studi, Giovanni trova lavoro come cameriere presso la Pizzeria Romano, non aveva un ruolo ben preciso, passava dalla sala alla cucina, dalla cucina alla pizzeria, dove serviva una mano lui andava.

IL RICORDO DI NONNO PASQUALE

Un giorno serviva un aiuto in pizzeria, Giovanni vedendo e toccando la farina, si ricordò delle parole che da piccolo ripeteva al nonno, ormai passato a miglior vita.

Inizia così un nuovo percorso, quel banco di lavoro non lo molla più. Impara velocemente il mestiere e soprattutto l’arte della cottura sul forno a legna.

SBOCCIA L’AMORE

Innamorato del suo lavoro e non solo. Giovanni si innamora di Assunta, una ragazza che lavorava in cucina come cuoca. I due, negli anni a seguire si sposano e dal loro amore nascono due figli, Ciro e Laura, oggi entrambi pizzaioli.

IL POSTO FISSO

Ormai un pizzaiolo finito, quando nel 1988 vince un concorso come dipendente statale e lascia a malincuore questo lavoro. All’epoca avere il posto fisso contava più di qualsiasi altra professione. Prima a Capua e dopo qualche anno si trasferisce a Novara ove raggiunge i suoi fratelli che erano li per lavoro.

Gli manca tantissimo il suo vecchio lavoro, tanto che chiede un permesso alla sua amministrazione per poter fare il pizzaiolo i fine settimana e gli viene concesso.

Nel 2013 si iscrive ad un corso professionale di Istruttore Pizzaiolo tenuto dal Tecnico di Grandi Molini Italiani S.p.a Luigi Ricchezza ed apprende tutte le nozioni tecniche che sul campo non impari, specializzandosi su diversi tipi di impasto. Dopo qualche anno diventa Tecnico di GMI (il molino più grande d’Europa). Ormai Giovanni è un pizzaiolo molto rinomato e arrivano le prime proposte di lavoro importanti, tra cui anche all’estero.
Il suo desiderio è lasciare il posto fisso e fare solo ciò che ama davvero, il pizzaiolo.
Tutti gli consigliano di non farlo ma Giovanni non ascolta nessuno.

LASCIA IL POSTO FISSO

Ormai ha deciso, nessuno lo fermerà.
Arriva il momento, la decisione è stata presa.
Giovanni lascia il posto fisso e accetta una proposta di lavoro molto importante sia per il ruolo che va a ricoprire e anche economica.
The Kitchen Inn, un nota Birreria Ristornate di Galliate investe su di lui, decide di inserire per la prima volta nel menù anche la pizza, quella del Maestro Giovanni Valletta.
Giovanni diventa il Responsabile Pizzeria di due locali, il The Kitchen Inn di Galliate (NO) e del gemello sito in Casorezzo (MI).

The Kitchen Inn


La sua pizza piace tantissimo e i due locali sono sempre pieni, tutti vogliono la sua pizza.
La pizza Galliate è quella più richiesta.
Realizzata con una farina di tipo 2 macinata a pietra, base bianca con fior di latte, in uscita culatello, stracciatella di bufala, pomodori secchi e basilico.

Pizza Galliate del Maestro Pizzaiolo Giovanni Valletta
Un successo dietro l’altro

Il 15 Gennaio 2019, il Maestro Valletta riceve la nomina di Pizzaiolo Stellato con il massimo delle stelle come previsto dalla guida ai pizzaioli e pizzerie stellate nel mondo, dopo aver superato brillantemente una visita ispettiva a sorpresa, la guida ha assegnato tre stelle anche al The Kitchen Inn.

Tre stelle assegnate alla Pizzeria e al maestro Valletta


La notizia si è sparsa velocemente sul web ed è arrivata anche ad alcune testate giornalistiche come il “Ticino Notizie” e il Quotidiano “La Stampa”. Entrambi, hanno dedicato un articolo al Pizzaiolo Stellato Giovanni Valletta.
L’articolo ha conquistato una pagina intera nella città di Novara, Vercelli e Biella.
Qualche giorno fa, The Kitchen Inn e Giovanni Valletta hanno raggiunto un’altro traguardo, entrare nella classifica di Dissapore, tra le prime tredici pizzerie consigliate a Milano e provincia.
Non intende fermarsi, la voglia di fare e la grinta non gli mancano, non si è mai arrivati.
Il suo obiettivo è aprire altri punti The Kitchen in altre città italiane ed europee.

  •  
  •  
  •  

2 commenti

Lascia un commento